Ci sentiamo vs. Ti chiamo dopo (…ma dopo quando?)

È successo a tutti: nella vita, o prima o dopo, ci siamo ritrovati alle prese con un messaggio che ci dice solo Ti chiamo dopo o, peggio ancora, Ci sentiamo.

In che senso?

TI CHIAMO DOPO

Che vuol dire Ti chiamo dopo? Dopo quando? Cioè, quanto è dopo? Ora è già dopo. Avrebbe potuto scrivermi Ti chiamo tra un’oretta, Ti chiamo prima di cena…

Che vuol dire che mi chiama dopo? Dopo cosa? Dopo lavoro? Dopo la palestra? Dopodomani? Forse dopo lo scoppio della terza guerra mondiale, chissà.

Per alcuni questa potrebbe sembrare la formula più rassicurante ma, quando una persona si accommiata da voi con questa frase, potrebbe voler dire cose ben diverse da quelle che vi sarebbe piaciuto sentire. Perché potrebbe voler dire:

  • non mi assillare
  • non voglio una relazione troppo esclusiva
  • ti chiamo se me ne avrò voglia

Vuole poter dire che ha intenzione di tenere le redini della situazione e che non intende condividere fatti e decisioni che preferisce tenere private.

Ma quel Ti messo prima del Chiamo dopo potrebbe anche voler significare che la persona si sta prendendo l’impegno di chiamarti.

È inutile sprofondare nella depressione da Barattolino Sammontana; a questo punto non puoi fare altro che armarti di tanta, tanta pazienza e fidarti delle sue parole… E aspettare. Se c’è qualcosa di speciale tra di voi, passerà di qui. Prima o poi.

CI SENTIAMO

Per la maggior parte di noi il Ci sentiamo equivale al Non so che dirti e non ho i cosiddetti per dire cosa penso quindi ti dico così in modo tale che tu possa interpretarlo in base all’allineamento dei pianeti e del sole. Chiaro, no?

Come per il Ti chiamo, anche il Ci sentiamo può essere un modo educato per dire Non mi interessi, ma può anche significare Sorprendimi, chiamami tu quando vuoi, non vedo l’ora di risponderti.

Potrebbe chiamarti come potrebbe non farlo. Se non lo fa, puoi sempre prendere l’iniziativa.

E se non ti richiama…è perché non gli/le piacevi abbastanza.