Ci siamo appena incontrati in rete, che cosa facciamo per San Valentino?

Vi siete incontrati sul vostro sito di incontri e, segno della provvidenza o coincidenza del calendario, San Valentino si avvicina, portando con sé un problema altamente esistenziale: che cosa devi fare? Invitarlo o non invitarlo? Regalo o niente regalo? Insomma, che cosa fare in questo giorno dedicato agli innamorati per non rischiare di rovinare tutto? Segui la guida!

Vi siete incontrati sul vostro sito di incontri e, segno della provvidenza o coincidenza del calendario, San Valentino si avvicina, portando con sé un problema altamente esistenziale: che cosa devi fare? Invitarlo o non invitarlo? Regalo o niente regalo? Insomma, che cosa fare in questo giorno dedicato agli innamorati per non rischiare di rovinare tutto? Segui la guida!

Un appuntamento ad alto rischio
Vi siete incontrati già diverse settimane fa e pensavi di proporgli un primo appuntamento, di conseguenza, ti dici che San Valentino è l’occasione che sognavi per un primo incontro indimenticabile? Non è detto. Rifletti bene, prima di proporgli un appuntamento galante… proprio nel giorno degli innamorati. Perché? Semplicemente perché voi non siete proprio innamorati, almeno non ancora, e questa situazione rischia di essere molto imbarazzante per un primo incontro. Le coppie che si baciano, il rosso, i fiori, i cuori, l’atmosfera sentimentale: indubbiamente romantico, ma potrebbe apparire un po’ prematuro, se non addirittura fuori luogo. Non bruciare le tappe, anche se sei molto tentato; risparmia piuttosto la magia di quel giorno per l’anno prossimo, quando avrete imparato a conoscervi meglio e, soprattutto, sarete una coppia, una vera coppia, e potrai senza alcun rischio regalargli una rosa, posare un bacio sulle sue labbra, prendergli la mano e dirgli «Ti amo».

Un’alternativa romantica
Ad ogni modo, non devi assolutamente comportarti come se questo giorno non esistesse o come se te ne fossi completamente dimenticato, nemmeno questo ti sarebbe utile. Il nostro consiglio: se ti senti pronto per il vero incontro, prendi piuttosto l’iniziativa invitandolo prima di San Valentino, la data ideale sarebbe intorno al 1° febbraio. Un’alternativa efficace, che ti permetterà di vederci più chiaro prima di un eventuale appuntamento… il 14 febbraio! Se tutto andrà bene, magari ci saranno stati sviluppi tra di voi (a volte può succedere tutto con una velocità straordinaria…) e potrete allora programmare una prima serata di San Valentino in quanto coppia. Mostrati delicato, premuroso, attento, creativo e originale: il primo San Valentino è un momento importante per una coppia nascente. Quindi, mettici del tuo! Attenzione però anche a non strafare: non è il caso di dirgli «Ti amo» o di offrirgli un fiume di diamanti. Dei fiori faranno perfettamente al caso tuo. Almeno per quest’anno.

Un assaggio delicato
E, a tutti coloro che si sono incontrati soltanto qualche giorno fa: non fate l’errore di precipitare le cose unicamente perché è San Valentino, perché è romantico, magico e tutte le donne lo adorano. Approfittate piuttosto di questa parentesi virtuale che precede il vero incontro per imparare a conoscervi meglio in un contesto propizio alla confidenza e alla schiettezza. Allora, cosa fare il 14 febbraio? Festeggia l’evento inviandogli una cartolina o una rosa virtuale, accompagnata da un messaggio delicato: «Sperando di potertene regalare una vera… l’anno prossimo» o un semplice «Un buon San Valentino pieno di speranza». Sobrio ed elegante. Puoi anche, in tono divertito, proporgli un appuntamento galante «virtuale», tanto per portare un piccolo tocco di originalità e romanticismo in questa giornata speciale, che speri comunque di passare in sua compagnia. Potrete passare la serata a prendere amabilmente in giro le vetrine piene zeppe di cuori e gli innamorati sdolcinati incrociati durante la giornata. Un San Valentino originale, portatore di belle promesse. Nell’attesa che altri prendano amabilmente in giro voi… Nel 2014?