Incontri Meetic / Benvenuti / Tendenze / Stacco la spina in vacanza? Sì, no, forse…
share on facebook

Stacco la spina in vacanza? Sì, no, forse…

Getty Images

iPhone, iPad, tablet, notebook, mail e videochiamate sono inevitabilmente entrati nella nostra quotidianità, forse troppo. Se quando prendi in mano il telefono le tue dita cliccano di default sull’app di Facebook o se non c’è cena al ristorante in cui non sei tentato/a di fotografare il cibo e postare lo scatto su Instagram o ancora se ti senti fuori dal mondo se non puoi twittare cosa stai guardando in tv, forse è arrivato il momento di prenderti una vacanza.
Una vacanza dalla tecnologia.
Ci vuoi provare?

LA VACANZA “DIGITAL DETOX”

Si chiama digital detox: è la vacanza che ti permette di disintossicarti dalla dipendenza da smartphone. Questa formula di soggiorno prevede la totale rinuncia della tecnologia e… non pensare di poter barare: appena arrivi in hotel ti verranno sequestrati tutti gli oggetti tecnologici ma niente panico, ti verranno restituiti a fine soggiorno.
Lo scopo? Farti capire che puoi vivere benissimo senza essere connesso 24 ore su 24, perché se ci pensi, p
rima dei social media, andare in ferie significava staccare la spina praticamente da qualsiasi cosa. Nessuna notizia da nessuno (suocere incluse), l’unico contatto con il mondo era l’immancabile quotidiano o giornale di gossip da leggere sotto l’ombrellone. Se proprio volevi dare tue notizie dovevi spedire una cartolina, che nella maggior parte dei casi arrivata (se arrivava) dopo di te.
Prima o poi ne riceverai una anche tu, datata 1998, dal tuo cuginetto che ormai ha 38 anni. 

DETOX NO, MA LIGHT SI

Le vacanze sono dietro l’angolo e tu sei in piena fase Cosa metto in valigia?
Tra gli oggetti irrinunciabili c’è sicuramente lui: il tuo smartphone. Anche se tweet, ritweet, condivisioni etc. non sono esattamente il tuo pane quotidiano, riconosci che il telefono ha la sua utilità, non solo per rimanere in contatto con chi è rimasto a casa, ma anche per immortalare i momenti più belli e divertenti della tua vacanza. E perché no, per registrare al volo il numero di quel bagnino / quella sventola della barista.
E poi ti perdi senza Google Maps quindi è difficile per te vivere senza cellulare (per non parlare della playlist da ascoltare durante la corsetta mattutina).
Puoi sempre decidere di portare il telefono con te in caso di emergenza (tipo astinenza repentina e insopportabile da bacheca di Facebook), 
ma puoi approfittare di questa vacanza per riscoprire alcuni piaceri che lo smartphone ti ha tolto, come consultare una cartina stradale durante il tuo viaggio per spostamenti in città che non conosci.
#BrividoDietroLaSchiena

NO: IO NON VIVO SENZA TECNOLOGIA

Dopo 2 anni di fedele collaborazione ed amicizia, il tuo smartphone decide di abbandonarti. Così. Di punto in bianco.
#BrividoDietroLaSchiena2
Un secondo prima eri lì ad aggiornare delle app e il secondo dopo lui non c’era più.
E domani parti.
E domani sarà il primo giorno della tua nuova vita senza tecnologia. La prima cosa che ti viene in mente è proporre a Real Time un nuovo format televisivo, un docu-reality in cui vieni seguito/a giorno e notte mentre vivi senza internet, cellulare, social network. Sai che l’idea non gli piacerà e ti rassegni, tanto più che i negozi sono tutti chiusi e non puoi fare altro che partire tecnologia s-munito/a.
Questa esperienza ti farà riflettere perché tu, senza telefono, non puoi vivere. O sì? Ci sono diversi test online per capire se e quanto sei dipendente dal tuo smartphone ma, dato che al momento non ce l’hai, ecco alcuni segnali che potrebbero farti capire se sei entrato/a nel tunnel da dipendenza da 4G/Wi-Fi:

♦ Quando il cellulare resta per due giorni in assistenza, hai gli stessi sintomi di un isolamento forzato in un sommergibile russo, con l’ossigeno limitato

♦ Ti manca chiacchierare con Siri

♦ Senza Google Maps non riesci neanche ad andare dalla cucina alla camera

♦ Senti lo smartphone vibrare in tasca, anche se non ce l’hai (si chiama sindrome da vibrazione fantasma: esiste, e tu ce l’hai)

♦ Quando chiudi gli occhi ti appare la schermata di gioco di Candy Crush

Se ti riconosci in almeno 3 di questi sintomi allora vuol dire che si, sei afflitto da nomofobia.

#InMedioStatVirtus 


Che aspetti? Register

Vi siete conosciuti su Meetic ?

Raccontaci la tua storia!

Non esitare a condividere con noi la tua storia o semplicemente a dare qualche consiglio a tutte le persone che vogliono vivere incontri come il tuo!

Condividi

Scopri gli Eventi Meetic
Scopri gli Eventi Meetic
Events

VOTA

Il medico più sexy: romantico o rude?
© Up To Date - Meetic

Chiudi X

x Proseguendo nella navigazione, accetti l'utilizzo di cookie per realizzare delle statistiche di audience e proporti servizi e offerte adatti ai tuoi centri di interesse, pulsanti di condivisione e di acquisizione di contenuti da piattaforme social. Saperne di più