Incontri Meetic / Benvenuti / Tendenze / Sesso & arte: esposizioni e mostre erotiche da visitare
share on facebook

Sesso & arte: esposizioni e mostre erotiche da visitare

Getty Images

Come movimentare i tuoi weekend in città? In Italia, ma anche all’estero, goditi delle mostre ad alto tasso di erotismo, da visitare da solo/a, per incontrare qualcuno che ha i tuoi stessi interessi, o in coppia, per mettere un po’ di pepe nella vostra relazione. E rubare qualche idea agli artisti…

EROTIKALAND (BRASILE)

Aprirà nel 2018 a Piracicaba, vicino San Paolo, il parco dedicato all’erotismo più grande del Brasile: 150 mila metri quadrati di arte erotica, un cinema 7D nel quale sperimentare diversi tipi di vibrazioni (a buon intenditor…), un treno fantasma a tema (ovviamente) e una piscina in cui immergersi rigorosamente nudi, una pista di autoscontro a forma di genitali, un museo erotico, un hotel in cui soggiornare o in cui trascorrere delle ore rilassanti e l’immancabile sexy shop, per souvenir e ricordini da riportare ad amici e parenti.

Per ristorarsi dopo una giornata passata a divertirsi, un simpatico bar servirà cibi e cocktail afrodisiaci. Fare sesso nel parco sarà vietato, quindi prendi nota di quello che vorrai rifare in camera con il tuo lui o la tua lei e goditi le attrazioni.

MUSEE DE L’EROTISME (FRANCIA)

Meno conosciuto degli altri musei più famosi e pubblicizzati: il museo dell’erotismo di Parigi offre 7 piani di arte e storia in cui ammirare oggetti e dipinti ispirati all’erotismo provenienti da ogni angolo del mondo. A due passi dal Moulin Rouge puoi divertirti a scoprire abitudini e tradizioni più o meno antiche e sorridere scoprendo come uomini e donne stuzzicavano la loro fantasia più di un secolo fa. Poco adatto ai più tradizionalisti, il museo dell’erotismo di Parigi è tra i più vecchi dedicati a questo tema e il più completo, grazie alle sue tante esposizioni ed oggetti conservati. Durante un weekend romantico nella capitale dell’amore non puoi non visitarlo, è peccato.

GABINETTO SEGRETO (ITALIA)

All’interno del museo archeologico di Napoli ci sono due sale in cui sono conservati ed esposti oggetti, dipinti e sculture a sfondo erotico ritrovati durante gli scavi di Ercolano e di Pompei. Le stanze sono state tenute chiuse per decenni, persino murate durante l’Ottocento, a causa della lascivia delle opere conservate. Furono poi riaperte grazie a Giuseppe Garibaldi ma durante il periodo fascista l’accesso era riservato a coloro che possedevano uno speciale permesso rilasciato dal ministero dell’educazione. Ebbene sì. Dal 2000 è finalmente possibile visitare il gabinetto segreto ed ammirare l’arte erotica campana in ogni sua forma. Era ora!

JEJU LOVELAND (COREA DEL SUD)

Destinazione ideale delle giovani coppie in viaggio di nozze: sull’isola di Juju sorge un parco erotico in cui puoi ammirare tantissime sculture raffiguranti genitali maschili e femminili di ogni forma e stile. Posizioni del kamasutra, atti sessuali tra esseri umani (e non solo) e tanti percorsi all’aria aperta per passeggiare teneramente con la tua lei o il tuo lui. Vuoi conoscere un amante della scultura? Sei nel posto giusto.

Consentire ai cookie di essere depositati per accedere al contenuto.

MUSEO DE L’ÈROTICA (SPAGNA)

Nella calda Barcellona, più precisamente sulla Rambla, sorge il museo dell’erotismo, famosissimo e molto frequentato: puoi trovarci tante esposizioni dai temi più disparati. Stampe di pin up anni Sessanta, sculture che rappresentano le posizioni del kamasutra, una sezione intera sul sado-masochismo, arte e dipinti shunga (l’arte erotica giapponese), oggettistica di forma fallica e gradi opere di artisti più famosi (come Rubens, Velázquez, Goya, Klimt) che si sono cimentati in rappresentazioni erotiche.

La ciliegina sulla torta? Il giardino erotico, in cui ogni pianta e installazione ha una forma esplicita e, per divertirsi un po’, una sezione record dedicata ai primati sessuali più incredibili del mondo.

PHALLOLOGICAL MUSEUM (ISLANDA)

Vi siete decisi a passare un weekend romantico in un posto originale e inaspettato, come l’Islanda? Tra i geiser e il freddo, visitare il museo fallologico islandese di Reykjavík, interamente dedicato all’organo genitale maschile. Nel museo sono esposti 272 falli appartenenti a 92 specie diverse, conservati in vasi di vetro e immersi in sostanze conservanti che permettono agli organi di non decomporsi col tempo. Cuori deboli astenersi.

Un simpatico negozietto di souvenir permette di acquistare ricordini e oggetti originali da riportare a casa, come tazze, maglie, condom, apribottiglie, calamite per il frigo, peluche e gli immancabili portachiavi, il tutto rigorosamente a forma di fallo. Alla faccia di chi pensava che in Islanda fossero un po’ chiusi…


Che aspetti? Register

Vi siete conosciuti su Meetic ?

Raccontaci la tua storia!

Non esitare a condividere con noi la tua storia o semplicemente a dare qualche consiglio a tutte le persone che vogliono vivere incontri come il tuo!

Condividi

Scopri gli Eventi Meetic
Scopri gli Eventi Meetic
Events

Gli speciali di Up to Date

GLI SPECIALI DI UP TO DATE

VOTA

Il medico più sexy: romantico o rude?
© Up To Date - Meetic

Chiudi X

x Proseguendo nella navigazione, accetti l'utilizzo di cookie per realizzare delle statistiche di audience e proporti servizi e offerte adatti ai tuoi centri di interesse, pulsanti di condivisione e di acquisizione di contenuti da piattaforme social. Saperne di più