Incontri Meetic / Benvenuti / Consigli dating / 8 vini da conoscere per fare colpo
share on facebook

8 vini da conoscere per fare colpo

Getty Images

A cena, per un aperitivo o ad una degustazione: ci sono dei vini che non puoi conoscere, perché ti faranno fare bella figura, perché sono buoni e perché se vuoi fare colpo non c’è niente di meglio… Gustateli insieme e impara come conquistare la persona che ti piace con un calice di vino in mano. In grassetto, le parole chiave da ricordare per sembrare un intenditore / una vera intenditrice, prendi carta e penna! E un bicchiere…

ROSATO DI BONAVITA – ROSÉ di sicilia

Adatto all’aperitivo, ma anche ad una cena di pesce, meglio se alla griglia, il Rosato siciliano Bonavita non è un vino rosé classico: di carattere, agrumato dalle note dolci, rivela dei sentori di frutti di bosco al palato. Tanninico quanto basta, è un vino importante con un’acidità equilibrata, va giù che è una meraviglia e conquisterà anche gli amanti del rosso e del bianco.

ORDINALO PERCHÉ: è uno dei rari vini siciliani rosati e potrai tirartela perché non è da tutti conoscerlo

TAUMA – ROSÉ d’abbruzzo

Altro rosé, per molti esperti il più buono d’Italia, e in effetti non ti lascerà indifferente: fa parte della categoria dei cerasuoli, vini rosati abruzzesi gradevoli e facili da bere. È fresco, equilibrato e sta iniziando a spopolare nei locali dall’atmosfera vintage, dove giovani e rampanti sommelier amano sperimentare vini nuovi e poco conosciuti. Sa di ciliegia e di melograno, ma tu devi dire che ne senti delle note, of course, è sapido, ambizioso e sincero.

ORDINALO SE: non sei un vero amante del vino ma vuoi evitare la birra perché ti gonfia

AGLIANICO DEL VULTURE – Rosso della BASILICATA

Vino rosso della provincia di Potenza, è piuttosto pregiato: colore rosso rubino, intenso, armonico, sapido e dal giusto equilibrio di tannini. Più è invecchiato, più diventa vellutato in bocca. Si beve con carni rosse, selvaggina, cacciagione, formaggi salati ed è talmente apprezzato che ogni anno organizzano un festival in suo onore.

ORDINALO SE: vuoi fare colpo raccontando l’etimologia del nome Aglianico, che non è altro che una storpiatura della parola ellenico, aggettivo della parola Elea, una città costiera. In Lucania ci fu la dominazione degli Spagnoli che, si sa, pronunciano male le due elle e ne hanno storpiato il nome. Quindi no, non ha niente a che vedere con i sentori di aglio.

CESANESE DEL PIGLIO – rosso del LAZIO

Uno dei vini poco conosciuti del Lazio è il Cesanese, originario della provincia di Frosinone, che si abbina perfettamente a tutti i piatti della cucina romana e laziale in genere. Carbonara, porchetta, spezzatini, abbacchio, salumi, formaggi a stagionatura media e tutti contorni più gustosi della regione. È un vino che si beveva già ai tempi degli Antichi Romani e che ha passato il periodo del Medioevo a deliziare i palati dei popoli del centro Italia. Delicato, morbido e con una nota amara che non guasta.

ORDINALO SE: vi vedete a cena e cucini tu qualcosa di facile e saporito. Il Cesanese si abbina alla cucina quotidiana del centro Italia ed è tra i più gradevoli al palato. Insomma, non puoi sbagliare nemmeno volendolo.

VERMENTINO DI SARDEGNA – bianco

Per una cena di pesce è l’ideale: il Vermentino è tra i vini più amati, bevuti e apprezzati della Sardegna e conquista palati nuovi ogni giorno. Fresco, intenso, sapido, con qualche nota amara, è un vino bianco dai riflessi tendenti al verde, si beve giovane, entro un anno dalla produzione, ma non per questo è più leggero di altri bianchi, anzi!

ORDINALO SE: siete in un ristorante di pesce in riva al mare e non hai la più pallida idea del vino da abbinare al menù. Il Vermentino sta bene con qualsiasi piatto, basta che non sia di carne.

EST! EST!! EST!!! – bianco del LAZIO

Nella ridente località di Montefiascone viene prodotto un vino che si abbina alla perfezione con tutti i formaggi a media stagionatura, ai fritti, alla pasta e al pesce. In bocca è sapido, amabile ma allo stesso tempo secco, piuttosto armonioso e finemente aromatico.

ORDINALO SE: vuoi attaccare bottone o se non vi conoscete molto e hai paura di non sapere di cosa parlare al vostro primo appuntamento. Racconta la leggenda del nome, Est! Est!! Est!!!, che risale al 1100: un nobile cavaliere che rispondeva al nome di Johannes Defuk era solito inviare il suo servo, tale Martino, in giro per l’Italia a scoprire nuovi vini da bere. Martino aveva il compito di indicare quali taverne offrivano i nettari migliori apponendo una parola specifica (Est! in Latino, c’è!) sulle porte di quest’ultime e pare che un giorno, proprio a Montefiascone, trovò un vino così buono da dover scrivere per bene tre volte la parola Est!, che rimase come nome ufficiale del vino bianco più amato da Martino e da Johannes.

ZIBIBBO – bianco di SICILIA

E per il dolce? C’è lo Zibibbo, of course! Un vino siciliano è di certo il più adatto da bere con i dolci e nella selezione dei vini da conoscere per fare colpo non poteva mancare. Nel 2014, la coltivazione, tipica di Pantelleria, è stata dichiarata patrimonio dell’umanità dall’Unesco ed è la prima pratica agricola al mondo ad avere questo onore. Di cosa sa lo Zibibbo? Di albicocca, mandorla, zagara (fiori d’arancio) ed è, ovviamente, dolce quanto basta per restare elegante in bocca.

ORDINALO SE: vuoi continuare sulle note del vino anche al momento del dolce o se il dopocena si svolge in casa, e prevedi un seguito hot tra dolci e pasticcini…
Indovina un po’: sta benissimo con cassata e cannoli siciliani.

ALEATICO DI PUGLIA – ROSSO

Chi l’ha detto che i vini da dessert sono solo bianchi? Oltre lo Zibibbo c’è di più: prova l’Aleatico di Puglia e non te ne pentirai. Il vino prodotto nella zona del Salento un dolce naturale, vellutato, corposo e morbido che riempie la bocca con la sua quantità (moderata) di zucchero. Si abbina con formaggi freschi, dolci e ogni tipo di pasticceria secca. Quando lo bevi, riconoscerai certamente delle note di violetta, confettura e frutti rossi; è aromatico, elegante e persistente.

ORDINALO SE: vuoi stupire durante un appuntamento e proporre non solo un vino, al momento del dolce, ma un rosso!


Che aspetti? Register

Vi siete conosciuti su Meetic ?

Raccontaci la tua storia!

Non esitare a condividere con noi la tua storia o semplicemente a dare qualche consiglio a tutte le persone che vogliono vivere incontri come il tuo!

Condividi

Scopri gli Eventi Meetic
Scopri gli Eventi Meetic
Events

VOTA

Il medico più sexy: romantico o rude?
© Up To Date - Meetic

Chiudi X

x Proseguendo nella navigazione, accetti l'utilizzo di cookie per realizzare delle statistiche di audience e proporti servizi e offerte adatti ai tuoi centri di interesse, pulsanti di condivisione e di acquisizione di contenuti da piattaforme social. Saperne di più