Incontri Meetic / Benvenuti / Consigli dating / Prima notte insieme: le domande da non fare (mai)
share on facebook

Prima notte insieme: le domande da non fare (mai)

Getty Images

Il primo appuntamento è sempre fonte di agitazione e mille domande girano nella testa sia di lui che di lei, ma c’è un momento ancora più cruciale all’inizio della relazione: la prima notte insieme.

Prima, durante o post-coito, però, ci sono delle domande che sarebbe meglio evitare per non rovinare la prima notte insieme. Quante volte ti sei trovato/a i bollenti spiriti raffreddati da domande arrivate nel momento sbagliato? E quanto il macinare della tua stessa mente ti può impedire di lasciarti andare alla gioia della scoperta sessuale del nuovo partner?

Non è vietato parlare nei momenti bollenti, ma ci sono degli argomenti che sarebbe meglio tenere fuori dalle lenzuola. Ecco otto domande che sarebbe meglio evitare la prima notte insieme.

Ti piaccio più della tua ex? Sono più dotato del tuo ex?

Soprattutto all’inizio di ogni relazione, gli ex sono fantasmi che aleggiano nella nuova coppia, anche nei momenti più intimi. A volte la domanda sfiora la mente anche quando si tratta solo di un’avventura della quale non si conosce ancora il finale. È una delle domande più naturali che possa venirti in mente: quando si è a letto con un’altra persona si mette inevitabilmente in gioco la propria intimità e temere i confronti col passato è normale. Non vuol dire, però, che non sia dannoso. Mettiti dalla parte di chi riceve la domanda: è afrodisiaca? Anche no.

Ti piace se ti tocco qui? E qui?

La prima notte insieme è naturale che sorgano queste domande: non si conosce il proprio partner e non si ha idea di cosa gli dia piacere e cosa no. Per quanto gli scienziati abbiano stilato mappe delle zone erogene dell’uomo e della donna, la verità è che a letto ciò che piace a uno non è detto piaccia a un altro. Proprio per questo c’è chi sostiene che col tempo il sesso migliori. Fare qualche domanda è lecito ma chiedere di continuo, non appena si sposta la mano di un solo millimetro, se il gesto è di gradimento potrebbe infastidire il partner e togliere spontaneità al rapporto.

Ti sei lavato/a oggi?

Certo, chi non vorrebbe che il partner si fosse fatto una doccia quantomeno in giornata? Non è elegante, però, chiederlo in quel momento. Meglio controllare con l’ olfatto prima. Se senti strani odori è preferibile rimandare la prima notte insieme o proporre di iniziare l’approccio sotto la doccia o, ancora meglio, in una vasca da bagno. L’acqua è una compagna divertente nel sesso. E può essere un modo per far migliorare il rapporto del partner con l’acqua, ma per questo c’è tempo.

Hai malattie sessualmente trasmissibili?

Premesso che il sesso deve sempre essere protetto, è una domanda che sarebbe meglio fare prima di arrivare al dunque. A volte gli uomini possono avere qualche difficoltà a porla perché nella donna potrebbe scatenare reazioni avverse del tipo Pensi che sia una mangia uomini? o Ma già stai pensando di portami a letto? Vuoi solo una cosa!. La soluzione migliore in questi casi è approfondire dopo l’argomento e preoccuparsi solo di usare in modo efficace il preservativo, anche nei rapporti orali e anali.

Lo famo strano?

Con tutta la simpatia per Carlo Verdone, meglio non azzardare troppo al primo appuntamento. A meno che non si sia incontrato il partner in un ambiente che può lasciar supporre alcuni suoi gusti sessuali, come una festa a tema BDSM, è preferibile rimandare più in là giochi più particolari. In fondo la prima notte insieme è già tutta una scoperta, meglio non sovraccaricarla di stimoli. In fondo anche in Cinquanta Sfumature la prima notte di sesso è stata vaniglia.

Quanti partner hai avuto prima di me?

Sono poche le coppie che prima o poi non affrontano questo tema e non si raccontano qualcuna delle loro storie passate, fossero anche solo avventure di poca importanza, ma perché farlo la prima notte insieme? Il sesso non è un lavoro, non serve aver presente il curriculum dell’altro per vivere energiche sensazioni.

Hai impegni per domani?

Meglio una cosa per volta. E se la nottata non andasse secondo le nostre aspettative e fossimo i primi a sentire il bisogno di un giorno di pausa? Spesso, soprattutto le donne, già pianificano una vita insieme, ma è meglio vivere i momenti uno per volta, senza pianificare già le prossime vacanze estive.

Resto a dormire da te dopo?

Stesso discorso di prima: un passo per volta. Questa domanda tocca un tema delicato e la risposta varia da persona a persona. Non bisogna pensare che, se non si resta a dormire insieme, non si tratti di una storia importante. Quante coppie preferiscono dormire in stanze separate anche all’interno di una convivenza? Non poche, e molte altre non lo fanno per problemi di spazio.


Che aspetti? Register

Vi siete conosciuti su Meetic ?

Raccontaci la tua storia!

Non esitare a condividere con noi la tua storia o semplicemente a dare qualche consiglio a tutte le persone che vogliono vivere incontri come il tuo!

Condividi

Scopri gli Eventi Meetic
Scopri gli Eventi Meetic
Events

VOTA

Il medico più sexy: romantico o rude?
© Up To Date - Meetic

Chiudi X

x Proseguendo nella navigazione, accetti l'utilizzo di cookie per realizzare delle statistiche di audience e proporti servizi e offerte adatti ai tuoi centri di interesse, pulsanti di condivisione e di acquisizione di contenuti da piattaforme social. Saperne di più